Chi sono


MI PRESENTO

IL MIO METODO DI LAVORO

Dottoressa
Roberta Razzini Psicologa-Psicoterapeuta - Milano
Albo degli Psicologi della regione Lombardia, n. 14650

S Sono Psicologa e Psicoterapeuta, iscritta all'Albo degli Psicologi della regione Lombardia, n. 14650.

Allo scopo di migliorare la qualità della vita e di aiutare le persone a superare il disagio dovuto a difficoltà di natura psicologica, offro consulenza e prestazioni professionali avvalendomi di una vasta e lunga esperienza.

Dopo la laurea in Psicologia, ottenuta presso l’Università degli studi di Roma “La Sapienza,” mi sono sottoposta ad una lunga esperienza analitica di tipo junghiano, a carattere personale e didattico che mi ha fatto ottenere il riconoscimento di psicoterapeuta junghiana da parte dell’Ordine degli Psicologi del Lazio. Mi sono successivamente interessata anche alla Psicoterapia Comportamentale-Cognitiva di cui ho preso la Specializzazione.

Attualmente in training nel Corso formazione per psicologi analisti presso l’Istituto Cipa di Milano.

La persona con problemi psicologici a chi deve rivolgersi per ricevere aiuto?
Chi si informa, può scegliere bene.

P erchè si sta male? L'uomo è una unità psico-fisico costituita cioè da aspetti cognitivi (il pensiero in tutte le sue manifestazioni: memoria, attenzione, capacità di giudizio, apprendimento, deduzione, ecc.), aspetti emotivi-affettivi (emozioni, sentimenti), aspetti fisici (il corpo) e, inoltre, è un essere sociale perché vive relazionandosi agli altri. Perché ci sia benessere, questi aspetti devono essere in armonia.

Dopo una attenta valutazione dei bisogni del paziente, si cerca di individuare il percorso terapeutico più idoneo.

Il fine è quello di aiutare il paziente a raggiungere un maggiore equilibrio tra i vari aspetti della sua personalità attraverso una più approfondita conoscenza di se stesso.

Dietro il disagio psicologico c’è generalmente un conflitto tra opposte tendenze che chiedono di essere riconosciute ed integrate. Liberando l’energia psichica bloccata che determina uno stallo in qualche settore della vita (relazionale, lavorativo, sociale) si perviene ad un nuovo equilibrio più maturo. Ne risulterà migliorato sia il rapporto dell’individuo con se stesso, con incremento dell’autostima personale e valorizzazione delle proprie doti e capacità, sia quello con gli altri che potrà fondarsi su basi più solide e durature.

Il metodo di lavoro attraverso colloqui che consentono comunque un confronto diretto tra le due personalità, quella del terapeuta e quella del paziente, si serve di strumenti diversi a seconda dell’approccio scelto o richiesto. Tali strumenti consistono:

  • nell’approccio analitico junghiano nell’uso dell’immaginazione, nell’analisi dei sogni e di ogni altra produzione creativa;
  • nell’approccio cognitivo-comportamentale nei cosiddetti homework (compiti a casa) di vario genere ( come ad es. l’osservazione del proprio dialogo interno, il lavoro sulle emozioni, la compilazione di schede e altro).

Cerchi Uno Psicologo a Milano? Chiedimi informazioni



Contattami

o chiama al numero: 333.32.06.701